Obesità

Bendaggio gastrico e Sleeve gastrectomy

Nell’obesità patologica la procedura chirurgica (chirurgia bariatrica) spesso si rivela la sola terapia che possa garantire successo nel lungo termine e gli interventi più frequenti sono quelli del bendaggio gastrico e di Sleeve Gastrectomy.

Molte persone hanno tentato altri metodi prima di rivolgersi al chirurgo e questo è perfettamente comprensibile, dato che una decisione del genere non può essere certo presa a cuor leggero.

Come in tutte le procedure chirurgiche, possono sempre svilupparsi complicanze e ogni procedura presenta rischi. Per questa ragione il paziente deve sempre parlare con il chirurgo bariatrico e con lo psicologo dei vantaggi, delle complicanze e delle restrizioni prima di prendere una decisione.

Fortunatamente la chirurgia è in rapida evoluzione verso l’approccio laparoscopico. Negli ultimi anni, con il progressivo affermarsi della chirurgia laparoscopica e robotica (dove vengono utilizzati strumenti speciali che rendono poco invasivo l’intervento), le incisioni sono di solito molto più piccole. Di conseguenza la guarigione è più rapida, la degenza ospedaliera più breve e le complicanze minori.

Bisogna altresì tenere in considerazione che la chirurgia laparoscopica non sempre è un’opzione possibile. Una volta presa dal paziente la decisione di affrontare il bendaggio gastrico, un’équipe di specialisti (chirurgo bariatrico, nutrizionista, endocrinologo, psicologo, cardiologo, pneumologo e fisioterapista) prenderanno il paziente sotto la loro ala, valutando tutti i pro e i contro per verificare se il soggetto sia o meno idoneo alla soluzione di chirurgia bariatrica.

Criteri di selezione

Per essere idoneo alla procedura chirurgica di bendaggio gastrico, il paziente deve possedere una serie di requisiti e uno dei più importanti è l’età, che dev’essere superiore a 18 anni. È necessario che l’indice di massa corporea (BMI) sia 40, oppure 35 associata a comorbilità.

Il paziente può essere selezionato per l’intervento solo se i tentativi seri messi in atto per perdere peso hanno avuto successo solo a breve termine o non lo hanno avuto affatto. Il coinvolgimento del paziente dev’essere totale: è importante che sia disposto ad affrontare cambiamenti importanti nelle abitudini alimentari e nello stile di vita e a sottoporsi a frequenti controlli da parte dello specialista che lo segue.

Un altro requisito necessario riguarda le patologie pregresse: il paziente non deve soffrire di qualche patologia che possa aver causato lo stato di obesità. Inoltre è necessario che il suo consumo di alcool non sia eccessivo.

Quando il soggetto non soddisfa i criteri BMI o di peso, può essere preso in considerazione per approccio chirurgico a condizione che il BMI sia superiore a 35 e che il soggetto stesso abbia gravi problemi di salute provocati dall’eccesso di peso. Il chirurgo potrebbe indicare qualche altro criterio supplementare.

Esistono tre tipi di chirurgia bariatrica: chirurgia restrittiva, che aiuta il paziente a mangiare meno (riduzione dello stomaco); chirurgia malassorbitiva, che influisce sulla digestione (nessun assorbimento o ridotto assorbimento di certi componenti); chirurgia malassorbitiva restrittiva, che combina i due tipi precedenti.

 

Bendaggio gastrico regolabile (restrittivo)

Da molti anni il bendaggio gastrico regolabile è una delle tecniche chirurgiche più diffuse in Europa per ottenere calo ponderale. L’operazione è piuttosto semplice e totalmente reversibile e per questa ragione l’intervento risulta particolarmente agevole sia per i pazienti che per i chirurghi.

Attraverso la chirurgia laparoscopica, che –come ripetiamo- non prevede incisioni importanti, viene applicato un bendaggio regolabile in silicone attorno alla porzione superiore dello stomaco. Viene così creata una nuova piccola tasca che limita la quantità di cibo consumabile a ogni pasto e lo sbocco ristretto dello stomaco ne aumenta il tempo di svuotamento. La conseguente riduzione di alimenti assunti ha come esito la perdita di peso.

La stessa letteratura clinica ha ormai comprovato l’efficacia e la sicurezza del bendaggio gastrico.

bendaggio gastrico

Vantaggi del bendaggio gastrico regolabile

Quali sono i principali vantaggi del bendaggio gastrico regolabile? Innanzitutto si tratta di una procedura che viene eseguita in via laparoscopica: l’intervento non prevede nessun punto metallico e nessuna incisione sullo stomaco o sul tratto digerente. Inoltre il bendaggio gastrico è regolabile, quindi viene adattato alle specifiche esigenze del paziente.

L’intervento prevede inoltre una degenza ospedaliera molto breve, che va da uno a tre giorni. Per quanto riguarda i rischi, il pericolo di malnutrizione è minore perché le sostanze nutritive e le vitamine sono assorbire totalmente. L’intervento poi è del tutto reversibile, il rischio di complicanze operatorie è bassissimo, come anche quello di mortalità, che si attesta intorno allo 0,05%.

Inconvenienti del bendaggio gastrico regolabile

Questo tipo di intervento prevede dei tempi più lunghi per ottenere la perdita di peso rispetto al bypass gastrico e alla diversione biliopancreatica. Tra gli altri inconvenienti del bendaggio gastrico regolabile esiste anche la possibilità che lo spostamento del bendaggio e/o l’espansione della tasca gastrica rendano necessario un riposizionamento.

Altre volte può accadere che l’erosione del bendaggio gastrico ne richieda la rimozione. È molto raro invece che sia necessaria la riparazione di un materiale difettoso. Inoltre, per conseguire risultati ottimali, è fondamentale che il paziente adegui il proprio regime dietetico e sia assistito dal medico nel follow-up.

Cos’è la Sleeve Gastrectomy

Nella procedura di Sleeve Gastrectomy, lo Stomaco viene ridotto di capacità tramite una sutura verticale e l’asportazione di gran parte di esso, lasciando uno stomaco residuo con dimensioni di circa un quarto rispetto a quelle originali. La valvola alla base dello stomaco, che regola lo svuotamento dello stomaco stesso nell’intestino tenue, resta intatta, con conseguente conservazione della normale funzionalità gastrica.

Uno stomaco ridotto significa che il paziente si sente sazio assumendo meno cibo e quindi perde peso.

 

Sleeve Gastrectomy

Vantaggi della Sleeve Gastrectomy

Il principale vantaggio della Sleeve Gastrectomy è rappresentato dal fatto che si tratta di una procedura laparoscopica relativamente diretta e il rischio di malnutrizione è basso, perché anche in questo caso sostanze nutritive e vitamine vengono assorbite interamente.

Principali inconvenienti della Sleeve Gastrectomy

Uno degli svantaggi di questa procedura chirurgica è la necessità di applicare dei punti sullo stomaco, con conseguente possibilità di complicanze come la perdita lungo la linea di sutura. Si tratta di un intervento irreversibile e il calo ponderale talvolta può essere incompleto, specialmente nei pazienti che assumono molte calorie sotto forma di cibi liquidi (che possono transitare velocemente anche attraverso lo stomaco ridotto di volume).

 

Bypass gastrico (restrittivo e malassorbitivo)

Questa procedura combina restrizione e malassorbimento. Lo stomaco, reso più piccolo dall’intervento, viene quindi collegato all’intestino tenue. Una parte dell’intestino tenue viene pertanto by-passata.

 

Bypass gastrico

Principali vantaggi del bypass gastrico

Il bypass gastrico permette di perdere peso più rapidamente in una fase iniziale e si può applicare dopo tecniche restrittive (dopo bendaggio o sleeve gastrectomy)

Questa procedura chirurgica può determinare una sindrome da svuotamento gastrico: in pazienti che assumono dolci o zuccheri può verificarsi uno svuotamento rapido, con conseguente nausea, imbarazzo di stomaco, vomito e diarrea.

Il bypass gastrico è una procedura irreversibile e l’approccio per via laparoscopica non è sempre possibile.

Tra le complicanze c’è la fistola anastomotica (perdita dalla sutura intestinale o gastrica che può esitare perfino in infezioni letali). Inoltre non è un intervento regolabile.

Parte dell’apparato digerente viene resa inattiva, con conseguente ridotto assorbimento di certe sostanze nutritive e vitamine. Il paziente rischia quindi una carenza di ferro, calcio, vitamine A, D, E, B12 e proteine. Di conseguenza il paziente può avere necessità di assunzione cronica di supplementi vitaminici, ferro e calcio.

La mortalità è elevata e raggiunge lo 0,5%. Siccome parte dello stomaco è inaccessibile alla gastroscopia, non saranno quindi possibili accertamenti per diagnosi cliniche di cancro, ulcere etc.

Diversione biliopancreatica

 

Fai una domanda al Dottore





1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4.80 out of 5)


Loading…

internationalherniacare

Numero Verde


Chiama il numero verde per una comunicazione gratuita ed immediata

Copyright InternationalHerniaCare 2017. All rights reserved.

Continuando a navigare nel sito, scorrendo la pagina o interagendo con un qualsiasi elemento della pagina dichiari di aver completamente letto e accettato le condizioni del sito. Maggiori informazioni.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close